Le nostre garanzie

  • Affidabilità
  • Efficienza
  • Riservatezza
  • Trasparenza
  • Professionalità
  • Competenza

03. Estrazione del disco

Di seguito riportiamo alcuni consigli su come estrarre correttamente il supporto guasto dall'alloggiamento del tuo computer. L'operazione non è affatto complessa ed è sicuramente alla portata di tutti, anche dei meno esperti, ma in caso di difficoltà ti consigliamo comunque di chiedere aiuto ad un centro tecnico specializzato, così da evitare qualsiasi problema. Ti ricordiamo inoltre che in caso di supporti non ingombranti come dischi esterni, chiavette USB oppure schede di memoria, sarà sufficiente inserirli direttamente in un pacco ben imballato da consegnare al nostro corriere; in caso di server, sistemi RAID oppure NAS sarà invece necessario estrarre i singoli dischi e, cosa molto importante, identificarli chiaramente con un numero o lettera secondo il loro ordine. In caso di dubbi, contatta il nostro centralino per avere delucidazioni in merito. 

Dato che i produttori di computer fissi e portatili sono tanti e tali da rendere impossibile una guida precisa per ogni marca e modello, queste istruzioni vogliono essere solo un piccolo aiuto generico per i meno esperti.

 

  • Esempio di computer fisso: Per prima cosa stacchiamo il cavo elettrico dal suo alimentatore. Smontiamo ora il case (la copertura metallica del PC) togliendo le viti posteriori al pannello rimovibile oppure facendo pressione sulle leve di bloccaggio. Individuiamo ora dove si trova il supporto che desideriamo rimuovere e stacchiamo da esso tutto i cavi (cavo di alimentazione e cavo dati). Solitamente il supporto si trova montato su di una slitta oppure agganciato da alcune viti; rimuoviamolo tramite le levette, se presenti, oppure svitandolo dal case ed estraiamo quindi delicatamente.
  • Esempio di computer portatile: Nella maggior parte dei computer portatili il supporto è nascosto solitamente da uno sportellino nella parte inferiore della scocca. Per alcuni modelli, i più vecchi generalmente, è possibile che il disco sia agganciato invece in un vano raggiungibile solo rimuovendo la tastiera. Individuiamo nella parte inferiore del portatile lo slot in cui è alloggiato il supporto, a  volte riconoscibile tramite il disegno stilizzato di 3 cilindri sovrapposti. Rimuoviamo quindi tutte le viti che potrebbero tenerlo bloccato e spingiamolo per sganciarlo dal connettore. Potrebbe darsi che il disco sia racchiuso in una gabbia metallica, in questo caso ti consigliamo di rimuovere le quattro viti laterali che lo tengono agganciato e di conservarle in un luogo sicuro.
  • Esempio di Macbook: In questi modelli il supporto è solitamente accessibile dal vano batteria. Per prima cosa mettiamo sottosopra il portatile e rimuoviamo la batteria. Per rimuovere il blocco aiutiamoci con una moneta da 10 centesimi o simile. Una cornice metallica fatta a "L" nasconde l'alloggiamento del disco e per rimuoverla sarà necessario svitare le tre piccole viti che si trovano sul lato lungo. Tiriamo ora delicatamente e rimuoviamola. Individua ora una linguetta di plastica flessibile. Aiutandoti con un piccolo cacciavite tirarla fuori e afferrala per estrarre così il supporto. In caso di Macbook Pro, invece, basterà invece svitare il pannello inferiore, rimuoverlo e staccare il disco dal suo alloggiamento.

© Lunar Data Recovery